Skip to content


OVO + GNOD

MARTEDI’ 31 OTTOBRE 2017

ORE 23,00

Live on Stage: OVO + GNOD

OVO
Gli OvO sono un gruppo indie noise rock formatosi nel dicembre del 2000 e composto da Bruno Dorella e Stefania Pedretti. Stefania Pedretti era già precedentemente coinvolta come cantante e chitarrista nelle Allun, mentre Bruno Dorella aveva suonato in passato con Wolfango, Bugo e i Lava e contemporaneamente gestiva l’etichetta Bar La Muerte, mentre attualmente suona anche con Ronin e Bachi da Pietra. Lo spirito con cui il gruppo iniziò l’attività fu quello di suonare ovunque e con una strumentazione particolarmente spartana. Questo atteggiamento ispirato al DIY permise al gruppo di fare un gran numero di concerti. Dopo aver auto-prodotto alcuni album con l’etichetta personale di Dorella Bar La Muerte, pubblicano alcuni dischi su Load Records, Blossoming Noise, Adagio 830, Supernatural Cat.

GNOD
Band di Salford, piccolo paesino vicino Manchester, dove i ragazzi vivono insieme da qualche anno in una specie di comune, alla maniera che potrebbe ricordare le comuni degli anni 70 in America. Sin dai loro inizi, le strade intraprese dagli Gnod sono sempre state caratterizzate da una costante e incessante ricerca di nuovi mondi sonori. Iniziano come un gruppo drone sciamanico arrivando a suonare con più di 15 musicisti sul palco, successivamente questi rituali iniziano a dare forma alle idee che avevano per definire il gruppo durante quegli anni di attività: una comunità ad induzione trance ripetitiva. La loro discografia conta ormai con una dozzina di CD-R’s, cassette e vinili per etichette come Rocket Recordings, Trensmat Records, Krokodilo Tapes e la loro Tesla Tapes.
Col passare degli anni il progetto ha visto passare più 30 musicisti; le loro influenze sono Kurt Vonnegut, David Simon e Graham Hancock. Ogni concerto è un’esperienza unica e sonica, dove rumore e silenzio procedono per gradi, alternandosi ma senza mai smettere di rincorrersi con influenze performative di band come Hawkwind, Popul Vuh, Pan Sonic, Sunburned Hand of The Man e Pharaoh Sander, band che hanno segnato il loro output culturale senza collegarli direttamente a nessun genere, ogni album occupa un posto unico nella vera musica indipendente. L’incarnazione attuale della band è caratterizzata da una schiacciante e devastante protesta verso le politiche di Cameron, primo ministro del Regno Unito. In questo modo i Gnod hanno usato il loro nome per caricarlo con una contundente estremità che rappresenta allo stesso tempo l’euforia ed il nichilismo.
http://ingnodwetrust.tumblr.com/

Posted in musica.