All posts by apmcox18

IL CINERINO – I film di Rino del Prete – prima parte // dal 21/07/2022 al 25/08/2022

DAL 21 LUGLIO 2022 AL 25 AGOSTO 2022

ORE 21,30

I Giovedì, poco dopo il calar del sole, nel cortile del Cox:
IL CINERINO – I film di Rino del Prete prima parte



Programma:

– 21-07-2022   Non si uccidono così anche i cavalli? (Sydney Pollack)
– 28-07-2022   Il lungo addio  (Robert Altman)
– 04-08-2022   Accattone  (Pier Paolo Pasolini)
– 11-08-2022   La dolce vita  (Federico Fellini)
– 18-08-2022   Il clan dei marsigliesi  (José Giovanni)
– 25-08-2022   Effetto notte  (François Truffaut)

 

Pasolini raccontato – Indagini di un ragazzo di vita / 14-07-2022

GIOVEDI’ 14 LUGLIO 2022

ORE 20,30

Presentazione del libro: Pasolini raccontato – Indagini di un ragazzo di vita a cura di Circolo Culturale Anpi Ispra, Altre latitudini, Fundacion del Garabato

Il libro si divide in due parti, la prima, in forma di lunga introduzione, racconta dell’omicidio di Pier Paolo Pasolini, andando a riassumere tutti gli elementi di indagine ad oggi emersi, fino agli ultimi imponenti libri di
inchiesta usciti negli ultimi anni.
La seconda parte “Non può finire così”, è la testimonianza di Silvio Parrello detto “Pecetto”, uno dei “ragazzi di vita” del primo celebre romanzo di Pasolini. Pecetto conosce e frequenta il poeta dagli undici ai
diciotto anni, nel periodo in cui Pasolini viveva a Monteverde, allora quartiere povero e periferico della capitale. Le prime pagine del suo racconto evocano infatti il quartiere di quegli anni e le tante giornate trascorse con Pasolini intento a “studiarli” per scrivere il suo primo romanzo.
Quando va in pensione ,Pecetto inizia di nuovo a dedicarsi alla sue passioni, la pittura e la poesia popolare, nella piccola bottega del padre in via Ozanam che dagli anni settanta diventa il suo studio atelier.
Scrive molte poesie sull’amico scomparso e, avvalendosi della sua conoscenza diretta dei personaggi, degli ambienti delle borgate e di quelli malavitosi frequentati da Pasolini, intorno al 2000 inizia
coraggiosamente una vera e propria indagine indipendente concentrandosi sopratutto sulla scomparsa di Antonio Pinna e sulla
presenza di una seconda auto identica a quella di Pasolini sula scena del delitto.
Pecetto verrà poi contattato dall’avvocato Maccioni che grazie anche alla sua testimonianza e a quella delle persone da lui trovate, farà riaprire il processo Pasolini nel 2006, le sue scoperte saranno anche alla base della ricostruzione del delitto presentata dal Dvid Grieco nel film “La macchinazione” del 2017. ( “…la rivelazione di Silvio Parrello squarcia
definitivamente il velo sulla presenza di un’altra Alfa Gt” – David Grieco – La macchinazione, Rizzoli, 2015).
Oggi il suo studio di via Ozanam è un vero e proprio piccolo tempio alla memoria del poeta scomparso dove persone e giornalisti italiani ed esteri ci si recano in pellegrinaggio per conoscerlo.

GUERRA IN UCRAINA, TRA RAGIONI EVIDENTI E NASCOSTE: QUALI CONSEGUENZE PER I LAVORATORI? / 13-07-2022

MERCOLEDI’ 13 LUGLIO  2022

ORE 20,30

GUERRA IN UCRAINA, TRA RAGIONI EVIDENTI E NASCOSTE: QUALI CONSEGUENZE PER I LAVORATORI ?

INTERVERRA’ FRANCO GRISOLIA della Segreteria nazionale del Pcl

PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI – SEZIONE DI MILANO

Dal 24 febbraio è in corso una guerra tra Russia ed Ucraina che in questo periodo si è configurata come un conflitto locale e limitato ma dalle non escludibili possibilità di escalation ed allargamento. E’ una guerra tra due Paesi capitalisti, un grande potenza che invade un Paese confinante. Le ragioni della guerra, se mai una guerra può avere ragioni, sono come sempre le più diverse, dal controllo di risorse e materie prime e dei loro canali di trasporto all’allargamento della propria base di influenza economica e militare, dalla scelta della propria collocazione internazionale alle contrapposizioni con minoranze etniche o linguistiche.
Quel che è certo è che la guerra è un’enorme tragedia soprattutto per la povera gente, che ha causato in poco tempo migliaia di morti e decine di migliaia di profughi, oltre a rilevantissimi danni economici ed ambientali.
E la guerra provoca anche indirettamente un impoverimento delle condizioni di vita dei lavoratori anche negli altri Paesi, attraverso l’aumento di costi di beni e servizi, l’aumento delle spese militari che toglie risorse ai servizi pubblici. Ed un contrapposto arricchimento di chi specula su questa situazione, di chi produce armi e sistemi bellici, dei pochi che si arricchiscono sulle disgrazie dei molti.
La guerra per alcuni è una iattura per altri una ghiotta opportunità. Ed in Italia quali sono i riflessi prodotti dagli eventi bellici? Come contrastare l’idea di guerra come fatto normale e inevitabile che si sta facendo spazio nella pubblica opinione?

Giandante X / 07-07-2022

GIOVEDI’ 07 LUGLIO 2022

ORE 20,30

Presentazione della nuova edizione del libro Giandante X di Roberto Farina [Milieu, Milano, 2021]

Partecipano: Roberto Farina, Nicola Erba e Marc Tibaldi

Anarchico, compagno, miliziano delle Brigate internazionali, straniero indesiderato in Francia e partigiano in Italia, soprattutto artista, oltre che uomo solo e spigoloso: Giandante X, nato Dante Pescò, attraversò i momenti più trascinanti e brutali del Novecento con la grazia e la malinconia che accompagnano la più solida determinazione, camminando sempre controvento.
Dettavano il profilo del suo carattere “volontà ferrea, filantropia fasciata di solitudine, massima chiusura e massima apertura verso il mondo”. L’arte ne fu sempre il faro, ma anche il “crudele mostro”. Troppo spesso dimenticato in vita e in morte, Giandante X era animato da una passione civile che lo portò fin dentro celle e campi di concentramento, ma sempre fuori da ogni mezza misura. La sua individualità artistica non conobbe mai cedimenti. Eppure, il suo profilo resta sfuggente. “Chi l’ha visto, chi l’ha conosciuto, chi conserva le sue opere, chi può dire esattamente quali fossero i suoi démoni?”
La ricerca più che decennale di Farina lo ha portato a trovare, sulle orme dell’artista, personaggi particolari e ombrosi, inafferrabili e appassionati, in un ritratto a metà tra saggio e opera narrativa, accompagnato dal ricco apparato iconografico delle opere di Giandante. In Giandante X, così, non si ricostruisce solo il profilo dell’autore, ma di tutto il suo mondo, che vide la presenza di figure come Luigi Longo, Guido Picelli, Giovanni e Nori Pesce, Mario Sironi, Carlo Carrà, Aligi Sassu, Giacomo Manzù ed Ernesto Treccani.

IL LAVORO OLTRE LO SCHERMO / 06-07-2022

MERCOLEDI’ 06 LUGLIO 2022

ORE 19,00

Acta, l’associazione dei freelance presente
l’inchiesta sul lavoro autonomo nell’audiovisivo
curata da: Sergio Bologna, Mattia Cavani, Silvia Gola, Anna Soru

Come si vive lavorando per il cinema, la TV, la pubblicità?
Qual è l’impatto delle grandi piattaforme digitali sul lavoro nell’audiovisivo?
Quanto sono forti le coalizioni fra chi lavora e quanto possono diventarlo?

Da Woodbine – New York City. Vivere nella catastrofe / 04-07-2022

LUNEDI’ 04 LUGLIO 2022

ORE 19,30

Nel cortile del Cox, ore 19.30 (ci sarà qualcosina da mangiare…)
Da Woodbine – New York City. Vivere nella catastrofe
Dialogato con Matt Peterson

Unitevi a noi per discutere con un amico di Woodbine, direttamente da New York.
Sarà l’occasione per parlare della lunga storia di crisi e disastri degli ultimi vent’anni, dall’11 settembre alla crisi finanziaria del 2008, dall’uragano Sandy al Covid, agli esperimenti di auto-organizzazione e autonomia di quartiere dei compagni e compagne a Ridgewood, nel Queens, a partire dal 2014.
Mentre il mondo che ci circonda è soggetto a un costante deterioramento e a una sequela infinita di catastrofi, sempre più terrificanti, occorre interrogarsi sul rapporto fra sopravvivenza e azione rivoluzionaria. A due anni e mezzo dall’inizio dell’incubo Covid, vorremmo riflettere insieme su ciò che intendiamo con concetti come mutuo appoggio, mutuo soccorso – soprattutto in caso di disastri – e autonomia.
Ripercorreremo brevemente la storia di Woodbine, attivo dal 2014, e la sua transizione (avvenuta nel marzo 2020) per diventare un centro permanente di risposta alle emergenze. Evidenzieremo inoltre gli esperimenti di  organizzazione comunitaria relativi alle pratiche sociali di sganciamento dall’agro-industria – dalle cene settimanali e i barbecue, agli orti comunitari, ai programmi estivi e invernali di agricoltura comunitaria, la banca dei semi e la
dispensa alimentare comune.
Come pensare assieme i tempi lunghi delle crisi politiche, economiche, ecologiche, sociali e biologiche che ci tocca di affrontare? E come queste influenzano le nostre visioni a lungo termine di una vita in comune? Come si può fare, inoltre, per dare spazio all’arte, al cinema, alla poesia e alle pratiche intese a rafforzare la nostra creatività e la nostra salute fisica e mentale?

Ian Svenonius / 02-07-2022

SABATO 02 LUGLIO 2022

ORE 22,00

ANNULLATO

Concerto: Ian Svenonius

Attivo sin dalla fine degli anni ’80 sulla scena hardcore punk di Washington, è noto per essere stato il cantante di gruppi quali Nation of Ulysses, The Make-Up, Weird War e Chain & The Gang (questi ultimi ancora in attività), oltre che per i progetti solisti dietro gli pseudonimi David Candy e Escape-Ism.
È considerato un’icona del punk rock, grazie al suo approccio musicale sperimentale e ai suoi testi fortemente politicizzati

La difficile strada della ripresa classista / 02-07-2022

SABATO 02 LUGLIO 2022

ORE 15,00

La difficile strada della ripresa classista
Conferenza a cura del Partito Comunista Internazionale (Il programma comunista)

Di fronte all’ennesimo conflitto imperialista, il proletariato europeo e delle altre aree metropolitane imperialiste assiste passivamente allo sterminio dei suoi fratelli di classe.
Eppure il proletariato internazionale è l’unica forza in grado di opporsi e fermare la guerra imperialista, a patto però di scrollarsi di dosso il peso paralizzante delle ideologie borghesi (nazionaliste, democratiche, socialisteggianti, religiose, patriottiche): una strada lunga e difficile ma l’unica possibile.

OMBRE DIGITALI SUL LAVORO SOCIALE – SOCIOANALISI NARRATIVA SULLE DERIVE DEL TERZO SETTORE / 29-06-2022

MERCOLEDI’ 29 GIUGNO 2022

ORE 19,00

OMBRE DIGITALI SUL LAVORO SOCIALE – SOCIOANALISI NARRATIVA SULLE DERIVE DEL TERZO SETTORE a cura di Renato Curcio,  prefazione di Paolo Bellati (Sensibili alle foglie, 2022)

L’utilizzo di piattaforme digitali per la gestione del lavoro in un settore cruciale come quello del sociale ha prodotto e sta producendo cambiamenti significativi sia per chi vi opera sia per chi ne usufruisce. Questo libro, frutto di un cantiere socioanalitico autogestito, mette in evidenza alcuni nodi decisivi per un ripensamento del Terzo settore e per aprire una discussione in merito. Le esperienze raccolte, la documentazione e le riflessioni analitiche qui proposte individuano numerose criticità. La voracità di dati e numeri, propria degli strumenti digitali di cui gli operatori sono ormai obbligati a servirsi, toglie spazio e valore alle relazioni interpersonali, caratteristica costitutiva del settore dei servizi alla persona, modificando perciò la natura stessa di questi ultimi. L’entrata in campo dell’intelligenza artificiale, con la sua arroganza organizzativa, esautora l’intelligenza relazionale e ancor più la sua linfa empatica sia nei processi di organizzazione del lavoro che nelle rendicontazioni dei loro risultati. Il “lavoro sociale a distanza”, ossimoro implementato durante il confinamento da pandemia, ha inoltre comportato per gli utenti e per gli operatori un’invasione dei propri spazi personali, vanificando talvolta l’erogazione stessa dei servizi. La formazione interamente orientata all’uso dei dispositivi tecnologici e la perdita di anonimato per gli utenti di alcuni servizi costituiscono il definitivo superamento del mito della cooperazione sociale.

FOGS OF WAR / 25-06-2022

SABATO 25 GIUGNO 2022

ORE 18,00

LOST presenta:  FOGS OF WAR

La guerra tra Russia e Ucraina, oltre al tradizionale confronto armato sul campo, vede emergere lo scenario della cyber-guerra. Uno scontro “a distanza” con armi e tecnologie inedite, che colpiscono non solo sul fronte e coinvolgono la sfera economica e quella dell’informazione dei paesi interessati al conflitto.

Quanto sappiamo realmente di questa guerra? Come si muovono i governi, i generali, le pedine? Come si muove l’Italia in questo scenario?

LOST, con l’aiuto di UNIT Hacklab, propone un incontro su questi temi per diradare un po’ delle nebbie che ricoprono le guerre contemporanee.

LOST/
le [L]unghe [O]mbre della [S]cienza e della [T]ecnica

Ciclo di incontri di contro-in-formazione e spazio di confronto su scienza, tecnica, trasmissione del sapere e tecnologie digitali per riappropriarsi delle conoscenze e della capacità critica e per rompere gli steccati che separano i saperi da chi li usa e/o li subisce. Guardando ad un mondo che superi la differenza tra dotti e villici.

 

IL LAVORO OLTRE LO SCHERMO / 23-06-2022

GIOVEDI’ 23 GIUGNO 2022

ORE 19,00

RIMANDATO AL 06 LUGLIO 2022

Acta, l’associazione dei freelance presente
l’inchiesta sul lavoro autonomo nell’audiovisivo
curata da: Sergio Bologna, Mattia Cavani, Silvia Gola, Anna Soru

Come si vive lavorando per il cinema, la TV, la pubblicità?
Qual è l’impatto delle grandi piattaforme digitali sul lavoro nell’audiovisivo?
Quanto sono forti le coalizioni fra chi lavora e quanto possono diventarlo?