Skip to content


A proposito degli articoli apparsi su alcuni quotidiani sulla sentenza della Cassazione in merito alla vertenza tra il Comune di Milano e il CSOA Cox18 sul “usucapionem” dello stabile di via Conchetta 18.

La sentenza di primo grado del 31/1/2013 e il successivo appello hanno stabilito che non avremmo diritto alla permanenza nello stabile perché, durante tutto questo tempo, non ci saremmo comportati “uti dominus” cioè come proprietari.

Su cosa significhi non comportarsi da proprietari il tribunale fa tre esempi:

La prima è una ragione d’uso

non avremmo goduto “in modo conforme alle qualità e alla destinazione di esso”.

Di fatto più di 40 anni di iniziative culturali, politiche e sociali sono più che “conformi” all’utilizzo sociale di uno spazio a disposizione di tutti secondo i criteri propri dell’autogestione che ha ospitato centinaia di iniziative culturali e politiche, sostenendo e producendo spazi di alternativa culturale.

La seconda è una ragione di inadeguatezza

non avremmo percepito “eventuali guadagni da esso derivanti”.

Per più di quarant’anni abbiamo salvato uno spazio urbano dalla mercificazione, dalla speculazione immobiliaristica e dalla logica dell’individualismo proprietario. E’ vero. Non ne abbiamo tratto alcun profitto materiale!

La terza è una ragione di trascuratezza

non avremmo curato la manutenzione ordinaria e straordinaria.

In realtà in tutti questi anni con responsabilità e competenza ci siamo preoccupati di realizzare gli impianti, di mantenere gli spazi vivibili e agibili come tante pubblicazioni d’arte ed architettura raccontano. Le migliaia di persone che hanno vissuto e che vivono lo spazio lo sanno.

Inoltre la sentenza non nega e perciò riconosce la continuità dell’occupazione e dei soggetti occupanti dal 1976 ad oggi.
I tribunali nella sostanza ci hanno dato ragione ma, in coerenza con la loro funzione di tutela della proprietà e del profitto, le loro conclusioni non lo danno a vedere.

Abbiamo vinto.

Abbiamo vinto perché siamo stati e siamo coerenti a noi stessi, alla nostra storia e ai princìpi dell’autogestione.

COX18 QUI SIAMO E QUI RESTEREMO
CSOA Cox18, Calusca City Lights, Archivio Primo Moroni

Milano, Gennaio 2018

Posted in programmazione.


INIZIATIVE DELLA SETTIMANA

MERCOLEDI’ 21 FEBBRAIO 2018
ORE 21,00
Presentazione del libro: CONTRADE – Storie di ZAD e NOTAV

GIOVEDI’ 22 FEBBRAIO 2018
ORE 17,00
Tea Break ep.4

VENERDI’ 23 FEBBRAIO 2018
ORE 21,00
Presentazione del libro:
SVOBODA – L’Ucraina tra l’espansionismo della NATO e l’egemonismo russo [Castelvecchi, Roma, 2018] DI Yurii Colombo

VENERDI’ 23 FEBBRAIO 2018
ORE 22,30
Dj Set: The Originals

SABATO 24 FEBBRAIO 2018
ORE 22,30
Live on Stage: Storm{O} + Øjne + Radura

DOMENICA 25 FEBBRAIO 2018
ORE 21,00
Ciné-Tracts: IN UNA FOTO di Giuseppe Baresi

Posted in musica, programmazione.


TTNG + DAGS!

VENERDI’ 13 APRILE 2018

ORE 22,30

Live on Stage: TTNG + DAGS!

A 5 anni dall’ultimo concerto a Milano tornano in Italia i ragazzi più amati del rock complicato. In questo lasso di tempo i Ttng hanno registrato un paio di dischi e suonato centinaia di concerti in giro per il mondo. Finalmente li avremo nuovamente a Milano e nel miglior posto possibile, tutto ciò è molto bello.
In apertura i DAGS! da Milano, reduci da una manciata di tour in posti più o meno lontani, molto felici per la loro prima volta in COX18.
Ascolta i TTNG qui > https://thistownneedsguns.bandcamp.com/
Ascolta i DAGS! qui > https://dagswithanexclamationmark.bandcamp.com/

Posted in programmazione.


Menace (UK) + The Defectives

SABATO 24 MARZO 2018

ORE 22,30

Live on Stage: Menace (UK) + The Defectives

<<I Menace sono la migliore band punk in Inghilterra oggi!>> scrisse con entusiasmato Sniffing Glue all’epoca. I Menace, sono una delle migliori band nate dall’ondata esplosa fuori dalla scena londinese nell’estate del ’77, e incarnano tutto lo spirito di quell’incredibile anno. Han suonato a tutti i principali concerti punk come quelli del Roxy, dell’Hope & Anchor e del Vortex, così parteciparono anche ai grandi festival come il Rock Against Racism, suonarono spesso di supporto agli Sham 69 costruendo un grande seguito.

Erano puri punk!

Inizialmente firmarono con Illegal Records, il loro primo singolo in classifica fu “Screwed Up / Insane Society”.
Tuttavia, il loro secondo singolo “GLC” fu molto più controverso. È stato un superbo sfogo contro l’allora Grande Consiglio londinese dei Tory, che ha cercato di vietare i concerti punk nella capitale. Una canzone tosta che non faceva prigionieri, ‘sei pieno di merda!’ urlava ed il pezzo fu prontamente bandito dalla maggioranza delle stazioni radio. Seguirono altri tre singoli, ma a questo punto, nel 1979, si stavano creando problemi. La partecipazione fascista ai concerti di Sham 69, una stampa ostile nata dall’ignoranza, portò infine i Menace a tirarsi fuori per un po’.

Posted in programmazione.


The Winstons + Huge Molasses Tank Explodes

VENERDI’ 16 MARZO 2018

ORE 22,30

Live on Stage: The Winstons + Huge Molasses Tank Explodes

THE WINSTONS sono un power trio psichedelico formato da Roberto Dellera, Enrico Gabrielli e Lino Gitto, musicisti noti per collaborazioni rilevanti anche al di fuori dell’underground (Afterhours, Pj Harvey..). Il loro linguaggio sonoro parte da ispirazioni UK prog ’70 (Gong, Soft Machine, Canterbury sound) per poi espandersi in mille direzioni imprevedibili, con brani costruiti con grande freschezza e personalita’.
https://www.facebook.com/thewinstons1/

Huge Molasses Tank Explodes sono una nuova realta’ psych rock milanese, un album omonimo alle spalle uscito in vinile nel 2017 per Flying Kids Records. Si trattai di un’ottima band con un suono molto ben calibrato tra suggestivi echi ’60, influenze shoegaze dei ’90 e sensibilita’ contemporanea.

Posted in programmazione.


SQUADRA OMEGA

VENERDI’ 09 MARZO 2018

ORE 22,30

La Societa’  Psychedelica presenta: SQUADRA OMEGA + Dj Henry

Posted in programmazione.


AKUA NARU

MERCOLEDI’ 07 MARZO 2018

ORE 21,30

Live on Stage: AKUA NARU
www.akuanaru.com/
https://www.facebook.com/akuanaru
https://www.youtube.com/channel/UCkSc0OQ904rf-ahVyNquuTw

Akua Naru (Connecticut, 2 Agosto 1978), è una poetessa e performer statunitense. Debutta nella scena rap con The Journey Aflame nel gennaio del 2011. Lo stesso album viene poi rivisitato, un anno dopo, con il sostegno della band DIGFLO, diventando The Live & Aflame Sessions. Questa sessione live si compone di undici tracce le fornisce ulteriore popolarità grazie alle milioni di visualizzazioni e alla traccia, divenuta suo al cavallo di battaglia, intitolata Poetry: How does it feel? . Dopo featuring vari pubblica nel febbraio 2015 The Miner’s Canary, un album che fonde hip hop, jazz & soul. Oggi vive a Cologne, in Germania, dove lavora alla sua musica. Il suo nuovo album “The Blackest Joy” celebrerà la gioia e la vita nella comunità nera e l’eredità della tradizione africana. “My Mother’s Daughter” è il primo singolo estratto dal suo terzo album “The Blackest Joy” (aprile 2018).
Fin dall’infanzia Akua Naru viaggia molto, cambiando spesso nazione, prima a Philadelphia, successivamente in Cina e in Ghana: esperienze di vita che hanno contribuito alla sua crescita artistica. Grazie alla sua carica innovativa e profondità di ricerca, Akua Naru riesce ad attingere alle radici della tradizione plasmandole con il proprio naturale talento per trasformarle in critica sociale. Con i suoi testi intende “ovviare alla quasi totale assenza di una prospettiva femminile nell’hip hop”. Portando le donne nere al centro delle sue canzoni, Akua Naru intende sovvertire le dinamiche di sfruttamento e emarginazione nonché i pregiudizi che caratterizzano l’esperienza nera in America e nel mondo.

Posted in programmazione.


LOST/ Le Lunghe Ombre della Scienza e della Tecnica – Alcune tendenze totalizzanti nella società artificiale

MERCOLEDI’ 28 FEBBRAIO 2018

ORE 21,00

Archivio Primo Moroni, Calusca City Lights, CSOA Cox18, Gruppo Ippolita, Unit HackLab presentano:
LOST: Le lunghe ombre della scienza e della tecnica
Ciclo di incontri di contro-in-formazione e spazio di confronto su scienza, tecnica, trasmissione del sapere e tecnologie digitali
per riappropriarsi delle conoscenze e della capacità critica e per rompere gli steccati che separano i saperi da chi li usa e/o li subisce. Guardando ad un mondo che superi la differenza tra dotti e villici.
https://lost.noblogs.org

– Alcune tendenze totalizzanti nella società artificiale
con Renato Curcio

Bibliografia:

Renato Curcio
L’impero virtuale. Colonizzazione dell’immaginario e controllo sociale
Sensibili alle Foglie, 2015

Renato Curcio
L’egemonia digitale. L’impatto delle nuove tecnologie nel mondo del lavoro
Sensibili alle Foglie, 2016

Renato Curcio
La società artificiale. Miti e derive dell’impero virtuale
Sensibili alle Foglie, 2017

Posted in programmazione.


IN UNA FOTO

DOMENICA 25 FEBBRAIO 2018

ORE 21,00

Proiezione del film: IN UNA FOTO di Giuseppe Baresi

I prossimi appuntamenti:

11 marzo 2018
PAGHERETE CARO PAGHERETE TUTTO
Del Collettivo Cinema Militante
Italia, 1975, 108’

18 marzo 2018
LIBERE
Di Rossella Schillaci
Italia, 2017, 76’

Posted in programmazione.


Storm{O} + Øjne + Radura

SABATO 24 FEBBRAIO 2018

ORE 22,30

Live on Stage: Storm{O} + Øjne + Radura

Storm{O} Direttamente da Belluno e attivi da più di dieci anni, ormai sono un gruppo cult nel panorama hardcore e post-hardcore nostrano. Il loro nuovo disco “Ere”, appena uscito, si candida ad essere uno dei migliori dischi Italiani del 2018.

Øjne Screamo da Milano dal 2011. Dopo un EP, due split e vari tour Europei, a Dicembre è finalmente uscito il loro primo attesissimo LP, “Prima Che Tutto Bruci”. Questo al Cox 18 è il loro primo concerto dopo quasi tre anni di silenzio.

Radura Giovanissimo trio screamo da Sesto San Giovanni. Sulle orme di La Quiete e Raein ma con tanta personalità.

 

 

Posted in programmazione.


THE ORIGINALS

VENERDI’ 23 FEBBRAIO 2018

ORE 22,30

Dj Set: The Originals

Data ufficiale del nuovo progetto di Ray & Jibo di I-Tal Sound,l’uno fondatore di I-Tal sound e promoter di tutti i maggiori eventi reggae live a Milano,negli ultimi 20 anni,dal Rolling Stone al Rainbow,al LiveClub di Trezzo sull’Adda,passando per il club di culto Acqua Potabile-h2o e tanti altri, l’altro,membro storico di I-Tal sound e coofondatore del progetto Swing-a-ling,sound system auto-costruito.

The Originals,
è quindi un progetto,aperto a collaborazioni di molti appassionati del genere.
RAY & THE ORIGINALS

Progetto che nasce dalla mai sopita passione per le origini della musica Jamaicana ,
che hanno influenzato tutta la musica soul,rap,hip hop e funky,contemporanea:
il Rocksteady,lo Ska,il BlueBeat e last but not least il Boss sound che imperava nel
1968-’69 per le strade delI’Inghilterra,musica amata dai Mods,dagli Skinheads e
dagli immigrati caraibici,
composta da talenti come Prince Buster(Madness),gli Skatalites,
combo di vari e bravissimi musicisti della Alpha boys school,
Jackie Edwards(compositore dei brani più di successo per lo Spencer Davis group),
di Harry J,autore della famosa “Liquidator”che oltre a raggiungere ,
nel 1969,le vette della hit parade inglese,fu il primo sampler della storia ,
campionato dalla Stax rec.di Memphis per gli Staple Singers.
Insomma Ray & The Originals,questo è il nome del progetto,
andranno a scavare nella loro flight-case di rarissimi vinili a 7 pollici e ,per ore,vi
proporranno le canzoni più ricercate delle etichette di culto dell’epoca che va dal
1962-1971,
l’epoca in cui si costruì l’epopea della black music.

troverete ancora,spesso,Ray & The Originals,in giro per Milano,con la loro flight-
case,intenti a deliziare le orecchie e l’anima delle persone sensibili ai ritmi in battere

e levare,siano essi Ska,coi fiati in prima fila a o Boss Sound,con l’organo hammond
dominante o ,infine il Rocksteady con le voci melodiose e romantiche provenienti
dalla Jamaica
Se I-Tal Sound è sinonimo di garanzia da 19 anni,
Ray & The Originals,ne è la costola specializzata..
rimanete sintonizzati e preparate le vostre scarpe da ballo con il vestito migliore,il
borotalco per il pavimenti e pronti a ballare..ci si tuffa nei favolosi 60ies..
FB:
https://www.facebook.com/theoriginals.milano/
https://www.facebook.com/ITalSoundMilano/
ultimo mixtape come I-tal Sound:
http://www.islandmix.com/mixtape/2014/fresh-from-yard-2-5749

Posted in programmazione.


SVOBODA – L’Ucraina tra l’espansionismo della NATO e l’egemonismo russo

VENERDI’ 23 FEBBRAIO 2018

ORE 21,00

Presentazione del libro:
SVOBODAL’Ucraina tra l’espansionismo della NATO e l’egemonismo russo [Castelvecchi, Roma, 2018] DI Yurii Colombo

“Per molti nazionalisti ucraini l’indipendenza sancita dal referendum del 1991 è stato un appuntamento con il destino iniziato
nel Principato di Kyjiv nel X secolo e che ha trovato il suo suggello nelle barricate di Piazza Maidan nel 2014. Per i ribelli filorussi del Donbass, l’Ucraina invece non esiste, è Malorossiya,
una ‘piccola Russia’, e l’ascesa di Porošenko un golpe neofascista sostenuto dagli americani. Ma cosa è successo veramente in
Ucraina negli ultimi anni?”
Yurii Colombo
(Milano, 1963)
Laureato in Scienze politiche a Milano e in Storia russa a San Pietroburgo.
Traduttore, esperto di politica russa e dei Paesi ex sovietici, collabora regolarmente con “il manifesto” e con il settimanale “Left”, e negli USA con “Jacobin” e “International Socialist Review”. Ha pubblicato, fra l’altro, Nazbol
(2004) e Un comunista senza rivoluzione (con G. Amico, 2005). Di recente, in Calusca, ha condotto il ciclo di conferenze “Comunisti russi CONTRO Lenin”.

 

Posted in programmazione.