Fuori dalle righe! / 27-10-2021

MERCOLEDI’ 27 OTTOBRE 2021

ORE 19,00

Dopo Carta/Lotta Redacta torna alla libreria Calusca per confrontarsi con alcuni dei protagonisti della produzione e della distribuzione editoriale indipendente degli anni Settanta.
Un’altra editoria è stata possibile, lo sarà ancora?
A seguire: la riunione mensile di Redacta con aggiornamenti, chiacchiere, decisioni sul da farsi.

Redacta (www.actainrete.it/redacta) è la sezione di Acta che riunisce i freelance dell’editoria libraria.
Nei suoi primi due anni ha:
🧨fatto inchieste (https://www.actainrete.it/…/19/editoria-crisi-innovazione/);
🧨raccolto le risposte a quasi tutte le domande di chi vuole diventare un freelance editoriale (https://www.actainrete.it/redacta/faq/);
🧨capito, più o meno, quanto è giusto farsi pagare (https://www.actainrete.it/…/11/quanto-devo-farmi-pagare/);
🧨avviato una corrispondenza epistolare con l’editore del Saggiatore (https://www.actainrete.it/…/risposta-saggiatore…/).
Compatibilmente con le condizioni dell’universo, Redacta fa una riunione al mese.

Il CPR: un posto da chiudere / 24-10-2021

DOMENICA 24 OTTOBRE 2021

ORE 18,00

ore 18:00 aperitivo
ore 19:00 PROIEZIONE di un video-documentario autoprodotto sul CPR di Milano
A seguire:
– La questione del CPR: discussione e aggiornamenti
– Un intervento di Daniele Ratti:
ENI e le missioni internazionali militari tra Mediterraneo e Africa
“Gli interessi dei gruppi energetici internazionali sono i protagonisti dei conflitti e dei nuovi equilibri geopolitici in Africa e nel Mediterraneo. Gli scenari di guerra determinano il controllo e la regolazione dei flussi migratori. I migranti costituiscono una delle principali ricchezze dell’Africa, la merce “umana” è pari al valore dell’oro nero e dell’oro blu.
-Dibattito
A cura dell’assemblea Punto di Rottura – contro i CPR
contatti: puntodirottura@riseup.net

Walking with Damien / 22-10-2021

VENERDI’ 22 OTTOBRE 2021

ORE 19,00

Walking with Damien è una performance d’improvvisazione audio\video ideata da Loredana Antonelli (live visual),  Lady Maru (elettronica). Il live s’ispira all’artista britannico Damien Hirst, il noto esponente della young london artist degli anni ’90 con cui le due
artiste immaginano di fare una passeggiata…

lady maru selezioni elettroniche light

+ Aperitivo a cura di Coox18

Loredana Antonelli – artista multimediale, regista video e performer. 
L’elaborazione e la manipolazione dell’immagine, così come principi di pittura astratta e fenomeni percettivo-sensoriali, sono elementi che ricorrono spesso nella sua produzione artistica. Suoi lavori sono stati esposti alla Biennale di Venezia 56 sezione Musica; Shanghai Expò; CAM; Palazzo Reale di Napoli; Flussi festival; Museo di Tianjin – Cina; Doma (NA); Museo Macro di Roma in collaborazione con IED – Istituto superiore di Design; Museo Madre di Napoli.

Lady Maru – Dj e producer .
Producer di musica elettronica e musicista  punk-no wave. Vive tra Roma e Berlino dove alterna dj set di industrial e acid techno techno a live set di ebm e post punk  ad insonorizzazioni ambient dark.

AGITATEVI CON CALMA – Il romanzo di Angelo e di altri socialisti “vestiti di povertà” / 16-10-2021

SABATO 16 OTTOBRE 2021

ORE 17,00

Presentazione (accompagnata con la chitarra) del libro: AGITATEVI CON CALMA – Il romanzo di Angelo e di altri socialisti “vestiti di povertà” di Angelo M. Maddalena

Una ricerca di 15 anni ha portato alla composizione di una biografia romanzata di Angelo Di Gregorio, nato nel 1902 a Pietraperzia e morto nel 1960. Angelo Maddalena, nipote del protagonista, coglie l’occasione, in questo volume di trecento pagine, per ricostruire un ponte spezzato tra due generazioni, con uno sguardo lucido e disincantato, ma al tempo stesso appassionato e schierato. Gramsci, Pertini, Turiddu Carnevali, Cicciu Busacca e tanti invisibili lottatori sociali della Sicilia centrale, per affondare le mani in una ferita, quella dell’emigrazione endemica, figlia di un disegno politico inteso a eliminare la resistenza di contadini e operai, zolfatari e artigiani: Angelo era un sarto, oltre che dirigente socialista, e il suo sguardo affonda nella storia dei movimenti di artigiani per condannare senza appello “l’industrialismo, padre e vero terreno preparatorio e propizio dei fascismi di ieri e di oggi”…

https://www.mosaicodipace.it/index.php/rubriche-e-iniziative/rubriche/approfondimenti/la-parola-a-voi/2520-agitatevi-con-calma

Angelo M. Maddalena è autore di libri di viaggio e reportage sociali: dai migranti a Ventimiglia (2018) alla lotta del movimento No Tav in Val di Susa; questo è il suo primo romanzo storico. Il suo ultimo libro di inchiesta è “A piedi in un mondo sospeso, appunti e canzoni di un anno terapeutico” (marzo 2021), con un cd di canzoni allegato. “Il canto degli invisibili, Pasolini addio” è il suo nuovo monologo teatrale, che ha debuttato a Perugia, ad agosto 2021, nella rassegna “Le origini del mondo”, organizzata dal Teatro di Sacco.

WASTED PIDO / 15-10-2021

VENERDI’ 15 OTTOBRE 2021

ORE 18,30

Concerto: WASTED PIDO
https://wastedpido.noblogs.org/
Dj set: Discomoderni

+ aperitivo a cura di Coox18

 

Discomoderni – dj analogico e digger scatenato di 45 giri. Sempre alla ricerca della prossima mina da lanciare in selecta, scorrazza musicalmente tra la tradizione del tropicale – cumbia, salsa, afro, exotica & latin soul – e le conseguenti evoluzioni contemporanee. Da buon cacciatore di dischi ama la musica italiana – prima ispirazione – a cui dona forma in mixtape ballerini dagli anni 60 ai primi 80. La sua metal box è carica di sette pollici che puntano dritti alla pista ma che possono essere addolciti anche per la situazione più rilassata. Dal party in spiaggia al sollazzo al parco, dal balearico sul lungofiume alla tiny tropical disco dei salotti bene. Si può dire senza sbagliare che trova la sua collocazione in qualsivoglia escalation di presobenismo

COME PENSANO LE FORESTE – Per un’antropologia oltre l’umano / 10-10-2021

DOMENICA 10 OTTOBRE 2021

ORE 17,00

Presentazione del libro: COME PENSANO LE FORESTE – Per un’antropologia oltre l’umano [Nottetempo, Roma, 2021] di Eduardo Kohn

Ce ne parleranno: Alessandro Lucera e Alessandro Palmieri (i due traduttori dell’edizione italiana del libro)

Secondo Eduardo Kohn, professore all’Università di Montréal e vincitore del rinomato Gregory Bateson Prize, se l’uomo pensa è solo perché le foreste pensano. “Questo libro è un lavoro filosofico, dal momento che cerca di ripensare radicalmente la maniera in cui pensiamo per affrontare quest’epoca che è stata chiamata Antropocene: un’epoca segnata dagli incredibili cambiamenti climatici che noi esseri umani o perlomeno alcuni di noi, i cosiddetti ‘moderni’, abbiamo messo in moto e da tutte le frammentazioni
ecologiche e sociali che questi processi di cambiamento comportano”.
Dopo quattro anni di lavoro sul campo tra i Runa dell’Alta Amazzonia, in Ecuador, Kohn attinge alla ricca etnografia e biologia dell’immensa e minacciata foresta “pensante” per esplorare come i popoli amazzonici interagiscono con le numerose creature abitanti in uno degli ecosistemi più complessi al mondo. Se si focalizza l’osservazione antropologica sulle interrelazioni fra gli umani e gli altri esseri viventi, il tradizionale punto di vista occidentale dell’analisi collassa, portandosi dietro gli effetti di
separazione ch’esso produce.
Perciò, questo collasso può rappresentare un’opportunità: approfondendo come le nostre vite e quelle degli altri viventi siano inestricabilmente interconnesse nella grande rete della foresta, davanti a noi si dischiudono nuovi strumenti concettuali e nuove visioni legate al linguaggio con cui il resto del mondo parla e ci parla.

RYF + ?Alos / 09-10-2021

SABATO 09 OTTOBRE 2021

ORE 18,30

Concerto: RYF + ?Alos

R.Y.F. annuncia il nuovo album Everything Burns, in uscita il 10 settembre 2021 per Bronson Recordings, anticipato dai singoli Cassandra (con video con Silvia Calderoni), Normal Is Boring (feat. So Beast) e Not Going Anywhere
Everything Burns è la prima incursione di R.Y.F. nella musica elettronica ed è un omaggio a un esplosivo periodo di ispirazione. Con la pandemia che ha costretto i musicisti a uno stop, Morello si è trovata a lavorare meno con la chitarra e maggiormente con sintetizzatori e drum machine, strumenti che ha imparato ad apprezzare grazie a nomi d’avanguardia come Moor Mother e Special Interest.
R.Y.F. ha scritto ogni nota e ogni parola delle otto canzoni in scaletta in due settimane e ha completato le registrazioni con Andrea Cola (Sunday Morning) sotto la supervisione del polistrumentista e musicista Bruno Dorella (Ronin, OvO, Bachi da Pietra) nel corso di ulteriori due settimane. “È stato rapido e speciale. Per la prima volta in vent’anni di attività, mi sono sentita libera di lasciare uscire tutto quello che avevo dentro. Non c’era nessun piano. È stata come un’opera di ispirazione che bruciava dentro di me“. Mix e master sono stati successivamente affidati a Maurizio Baggio (The Soft Moon, Boy Harsher).
Se nel sound Everything Burns è un’irresistibile combo di electroclash e punk, da un punto di vista tematico si rivela una radicale miscela di gioia e rabbia. Quarto disco all’attivo, a seguire Shameful Tomboy del 2019, Everything Burns abbatte qualsivoglia paletto di genere celebrando la coesistenza degli opposti complementari. È musica per ballare in maniera sfrenata e liberatoria, oppure per distruggere una stanza dalle pareti troppo strette. Portando avanti, sempre, un ideale di sovversione queer e femminista, contro il patriarcato imperante e contro la classe dirigente che schiaccia il sottoproletariato. “Questo album è per le persone che si sentono a disagio a causa di quello che sono – perché gli altri dicono loro che sono ‘sbagliate’”, afferma R.Y.F., ricorrendo alla fiction e alla realtà, tra battaglie universali ed esperienze individuali, tra illuminazioni poetiche ed esplicite invettive anti-sessiste, e rivolgendosi a quanti non aderiscono alla visione binaria di un mondo ormai antico, a quanti sono situati ai margini della società. Invitando gli ascoltatori a partecipare a una lotta sempre più importante, seppur spesso dolorosa, per la sopravvivenza e l’accettazione. “Voglio che le persone sappiano che non sono sole. Voglio che si sentano parte di una grande famiglia”.
Dall’album è stato estratto il primo singolo Cassandra, accompagnato da un videoclip diretto da Motus e che vede nel cast l’attrice e performer Silvia Calderoni (MDLSX di Motus, Romulus per Sky TV, Ouverture Of Something That Never Ended di Gucci, i film La leggenda di Kaspar Hauser, Last Words e il recente Non mi uccidere), oltre alla danzatrice e coreografa Stefania Tansini. Realizzata in origine per lo spettacolo di Motus, in cui si esibiscono peraltro anche Calderoni e Tansini, Cassandra è una party song dark dance che evoca influenze new wave e post-punk come New Order e Le Tigre. “Penso che le donne debbano alzare la testa, come dice Cassandra nella tragedia, ed essere orgogliose di se stesse. A volte dobbiamo essere un po’ pazze e fuori controllo. È ora di riprenderci il potere”. Cassandra è un epico inno di sorellanza: «Women raise your head / Be proud of yourselves / DANCE!!! / With the flame / Much faster / With the flame / Look at the sky».
Normal Is Boring, scelto come secondo singolo, con la partecipazione dell’inclassificabile duo So Beast, è una miscela incandescente di ritmiche post-industrial, art-punk, hip hop e distorsioni. “È divertente come la gente si fermi alla superficie, senza guardare più in profondità. Mi piace confondere questa gente. Sulla pelle ho un tatuaggio che riporta proprio la frase ‘normal is boring’, cioè ‘la normalità è noiosa’, perché penso che a ben vedere non ci sia niente di ‘normale’, né di ‘anormale’”.
Nel più recente terzo singolo Not Going Anywhere l’attitudine festosa per il dancefloor glitterato di R.Y.F. esplode in tutta la sua energia. Trainata da beat avvolgente e melodie contagiose, Not Going Anywhere è una canzone d’amore universale al di là degli stereotipi del rapporto di coppia. Il video di Not Going Anywhere è stato girato da Simona Diacci Trinity, con la fotografia di Valerio Barbati e l’assistenza in fase di produzione di Stefania ?Alos Pedretti (OvO). Oltre alla stessa R.Y.F., alle riprese hanno partecipato Erica Valle, Lino SCulac, Giacomo A.G. e I-Chen Zuffellato. Solo gli amanti sopravvivono.
I brani di Everything Burns scottano, perché veicolano febbricitante urgenza espressiva e toccano argomenti scomodi con una forza che è tanto catartica quanto iconoclasta. Pensiamo al mantra digital-blues ad alto voltaggio che è Don’t Panic, un riconoscimento al coraggio e alla difficoltà di fare coming out. Il verso «You have not been taken by aliens», ripetuto ossessivamente con effetto da ipnosi stroboscopica, fa riferimento al background gender fluid di R.Y.F.. “Quando hai i capelli corti, la gente pensa tu sia un uomo. Quando li porti lunghi, pensa tu sia una donna. In passato mi sentivo un’aliena, ed è stato traumatico. Per lungo tempo, non sono stata felice”. Quando Morello ha finalmente lasciato la sua piccola città natale, all’età di trenta anni, per trasferirsi a Ravenna, si è sentita come se la sua mente fosse stata ripulita dalle bugie che le erano state dette, aprendosi per capire e abbracciare meglio se stessa.

?ALOS (queer-pagan-doom-avant-metal)From 1999 to 2006 lives in Milano, from 2006 to 2011 lives and works in Berlin, now lives in Ravenna (I) ?Alos is a musician and an experimental performer, from 2003 she melts these disciplines to create shows/performances in which live music is a basic element.Her work surpasses the boundary between performing arts, integrating experimental music, performance, improvisation and video art and makes the audience participate actively in the show through the stimulation of the six senses.The feminine figure is the basis of each performative action and its role both in history and in the contemporary society is

 

Sappiamo chi è Stato – omicidi di stato dal 1970 a oggi / 06-10-2021

MERCOLEDI’ 06 OTTOBRE 2021

ORE 18,00

Presentazione del libro: Sappiamo chi è Stato – omicidi di stato dal 1970 a oggi (Prospero Editore) di Daniele Ratti Collettivo Kasciavit e Collettivo Studentesco Azadi

Si tratta di una puntuale, analitica e documentata, ricostruzione di una serie di eventi accaduti per mano dello stato dal 1970 ad oggi che hanno visto come vittime gli emarginati gli esclusi o semplicemente chi si trovava al “posto sbagliato nel momento sbagliato”.
Il libro dà voce a vicende che hanno coinvolti sconosciuti ed emerge l’immagine di uno Stato che non si identifica solo nelle divise delle forze dell’ordine ma si identifica nei luoghi di detenzione nei luoghi di “cura quali” gli OPG o nei momenti nei quali lo Stato dovrebbe salvaguardare i più deboli come negli interventi del TSO.
Lo Stato nega, ai più deboli, la cura per poi invece condurre alla morte garantendo agli autori dei delitti la copertura e l’omertà, spesso l’oblio degli eventi.

IN CAMPO NEMICO / 26-09-2021

DOMENICA 26 SETTEMBRE 2021

ORE 15,30

VISTE LE PREVISIONI DISASTROSE PER DOMANI L’INIZIATIVA SI TERRÀ IN VIA TORRICELLI 19 AL CIRCOLO DEI MALFATTORI!

DALLE 15:30 ALLENAMENTO DI BOXE E CAPOEIRA,
con le palestre popolari di @boxepopolaremilano e @PolisportivaPopolareZam
DALLE 18:00 DIBATTITO CON GLI AVVOCATI,
sulle misure giudiziarie ed extragiudiziarie nei confronti dei movimenti sociali dopo Genova 2001
DALLE 20:00 CENA COLOMBIANA

DALLE 21:00 PROIEZIONE DEL FILM
IN CAMPO NEMICO
Storia di SUPPORTO LEGALE
Genova 19-20-21 luglio 2001-2021
TRE GIORNI DURATI VENT’ANNI

LA GIORNATA SARA’ ACCOMPAGNATA DA INTERVENTI E DJ SET CON: @lostresmonosrude – @rapcavernaposse – @ninostereo – @data_boy

cox18