SLAMX 2021

10/11/13 dicembre 2021

SLAMX 2021

Slam X 2021 – City light virus – propone 3 giornate che si svolgeranno sempre all’aperto.
Venerdì 10 dicembre in Torkiera, sabato e domenica 11 e 12 dicembre in Cox 18. la serata del sabato si concluderà con una camminata poetica con tutti gli ospiti che attraverserà le vie della movida del quartiere Ticinese, in collaborazione con il collettivo DCPM.
La finale del premio Dubito sarà effettuata sabato 11 dicembre dalle 21.00 alle 23.00 e verrà trasmessa anche in streaming.

Streaming:
Guarda su https://live.autistici.org/#slamx2021
Ascolta su Cox18Stream all’indirizzo http://ice.normail.org:8000/master

Dopo le strofe per la catastrofe che l’avevano preannunciata, dopo l’ode ai pipistrelli che hanno bloccato il sistema per qualche mese, in questo nuovo anno che sta per finire c’è spazio solo per l’irrazionalità.
Si riflette poco, si naviga a vista, si cammina insieme raramente, si balla con mille ritmi discordanti. Ci si pesta i piedi, ci scontriamo uno con l’altro per cercare di non finire al seguito del trenino degli idioti. Ognuno di noi è sottoposto a percorsi esistenziali incerti, alcuni rapporti, gesti e pensieri sono stati accantonati, altri ricostruiti da zero. Quando il faticoso dibattito collettivo riesce ad abbozzare un discorso sensato, l’urgenza successiva sembra farlo dimenticare. Evidentemente le situazioni traumatiche generate dalla pandemia e dalla minaccia di estinzione necessitano tempi di recupero diversi per ognuno di noi. Nel frattempo…
Anno 2021, come nel famoso film di Chaplin Le luci della città si sono riaccese sulla pomposa cerimonia di riapertura e nello strappare il velo alla statua “Pace e prosperità”, sulle ginocchia della dea giustizia non solo stava ancora dormendo un senzatetto, ma anche i corpi disorientati delle coscienze critiche.
Eppure il virus ha saputo far luce sulla crisi sistemica e sul fallimento delle politiche dell’emergenza è stato in grado di allertarci sulla probabile svolta neofeudale dei governanti ed è riuscito pure a indicarci l’unica possibilità che ci rimane, cioè quella di un’estesa socializzazione delle ricchezze, a partire dalla liberazione dei brevetti di big pharma.
Invece si fa fatica a discutere persino sul valore politico di controllo e non sanitario del lasciapassare.

Dove sono finiti i lumi della ragione?
City lights virus è il titolo di questa nuova edizione di Slam X e della finale del Premio Dubito, un elogio a tutto ciò che illumina le strade delle città, come la famosa libreria di San Francisco e tutte le librerie indipendenti che resistono come oasi al led nel buio dell’ignoranza e della superficialità, con il loro slogan virali di conoscenza DiY: apri le pagine e leggi.
City lights virus è anche un richiamo al pensiero critico e radicale del movimento beat che riuscì a segnare indelebilmente un tempo dominato dal maccartismo e dalla ricostruzione dopo la seconda guerra mondiale, un tempo che assomiglia in qualche suo aspetto distopico al nostro presente.
“Il linguaggio è un virus da un altro pianeta” scriveva William Burroughs, il più visionario tra i beat. Non sappiamo da dove provenga il virus, non sappiamo da dove provenga il linguaggio e il lavoro culturale sugli immaginari eretici, forse davvero da un altro pianeta, a noi resta il compito di metterci al servizio di chi progetta un piano per cambiare la modalità di produzione dei simboli e parteggiare per chi ricerca un nuovo spazio di solidarietà radicato nei tempi lunghi delle lotte per l’emancipazione umana.

Pace nei tuguri e guerra nei palazzi
Famiglie frantumate, strutture dei lavoratori spaccate, ogni associazione politica, culturale, religiosa e sociale è in subbuglio. Le comunità si sono incrinate al loro interno, è difficile pensare con la propria testa, impraticabile entrare nella testa degli altri, impossibile l’agire unitario per capire quale sia la strada da percorrere.
Una comunità rotta che cerca una via d’uscita tra chi si è trasformato in guardiano inflessibile dell’ordine sanitario e chi intravede in tutto ciò un piano tattico per una svolta totalitaria.
Eppure questa situazione non viene dal nulla, è piuttosto l’esito di una serie di altre crisi, ingiustizie, guerre e schiavitù. Crisi basate sull’idea che alcune persone valgono di più e quindi hanno il diritto di rubare alle altre.
Lo abbiamo sempre saputo che dietro a tutto ciò c’era un sistema, quello del capitalismo, che prima o poi avrebbe intrapreso una curva discendente e lo avrebbe fatto in maniera repentina. Ora, all’alba del suo crollo definitivo, come ultima mossa per sopravvivere, è chiaro che stia cercando di circondare e chiudere gli spazi di autonomia delle nostre menti e dei nostri corpi. Spazi di autonomia che devono essere invece ricreati a partire dai tuguri, dove al posto di litigare ci sarebbe da individuare quali palazzi colpire. Oltre a quelli della sanità privata, ci sarebbero per esempio i palazzi, ma anche locali, bar e birrerie della cosiddetta movida, dove si perpetua lo sfruttamento del bisogno di socialità con l’ennesimo cocktail venduto a caro prezzo e dove si propone lo zero assoluto in termini culturali.
Mai niente di cui parlare insieme, mai niente di unificante, mai niente che possa richiamare il fuoco che ci unisce nella notte, dalla notte dei tempi.
Un fuoco che Slam X, dall’8 al 12 dicembre, tenterà di riaccendere con le scintille della critica attraverso il suo approccio controculturale con la letteratura, la poesia e la musica.

Il male
Qualche settimana fa Bifo ha scritto: “… mi scoraggia soprattutto la riduzione semplice semplice: se c’è il male ci deve essere una volontà che produce il male. Invece no. Il male c’è, eccome, ed è forse il prodotto di un’evoluzione che ha deciso di togliere di mezzo questo animale intelligente ma idiota che si chiama uomo. Non lo so da cosa il male sia prodotto. So che ha vinto.”
Grossa grassa pelosa visione del male è una poesia di Lawrence Ferlinghetti che più volte abbiamo recitato nelle vie del male della movida milanese.
Male male male male
Il mondo è male
La vita è male
Tutto è male

Una delle originalità del Premio Dubito è sempre stata quella di portare la sua poetica in giro per le strade e le piazze delle città, a partire dal 2015 con la camminata performativa delle “Cabine in via di estinzione” organizzata dal collettivo Tempi diVersi, proseguita poi in altre occasioni, come per esempio in quella dedicata al poeta Nanni Balestrini all’uscita del confinamento nel maggio 2020.
Un anno dopo, in omaggio al libraio e poeta beat morto a 101 anni nel febbraio scorso, abbiamo proposto insieme alla Calusca City Lights il “Ferlinghetti Corner”, una serie di riunioni, in zone temporaneamente autonome all’aperto, di libera recitazione di poesia con musica. Nel frattempo il comune di Milano ha voluto distruggere un anfiteatro in pieno centro, in via Porlezza, su richiesta di una multinazionale che aveva acquistato e ristrutturato un palazzo posto di fronte. In quel piccolo anfiteatro finivano spesso i nostri percorsi di poesia in strada. A quel punto si è formato il collettivo DCPM (Diritti Persone Cultura Musica) che ha realizzato una serie di incontri casuali di libera espressione artistica in altri anfiteatri e spazi pubblici della città.

NESSUNO/ QUARANTA PARTy! / 13-11-2021 – ANNULLATO-

SABATO 13 NOVEMBRE 2021

ORE 18,00

ANNULLATO

NESSUNO/ QUARANTA PARTy
Nessuno.
Nobodys Getting Older
<> DOORS OPEN H: 18.00 <>
!! TUTTO SUCCEDERà OUTDOOR !!
(INGRESSO CON CAPIENZA LIMITATA)
ATTENZIONE>>>
PER Giulia Pastore E PER CHI RIMANE FUORI> DIRETTA SU TINDER ! (by Giulia Tosi)
ACTION 1. 💦
SWEAT BALLROOM 💦 GARA DI BALLO
VOCALIST E INTRODUCER Jacopo Miliani
GIURIA COMPOSTA DA CINQUE PERSONE DI FAMA INTERNAZIONALE .
– PRIMO PREMIO: UN INGRESSO GRATUITO IN SAUNA 🧖‍♀️
I M P O R T A N T E : Per chi volesse partecipare alla gara / vi invitiamo ad immaginare un costume degno e di mandarci un messaggio privato così vi mettiamo in lista!
ACTION 2. 🍋 H:23:59
SECRET COLLECTIVE ACTION
DURATION: 4.36 MINUTI
– DJ SETS –
MISS IN RED (IT)
Missin Red propone un dj set dal gusto ricercato e trascinante, con
selezioni che variano dalle oldies all’elettronica, dai mash-ups alla
breakbeat, dal reggae alla tropical bass.
Il dj set è personalizzato da alcuni brani originali cantati live,
produzioni e mash up esclusivi Missin Red.
LESTER MANN (IT)
Lester Mann seleziona musica d’ascolto di impronta dub, stranezze disco, psichedelia e ritmi per danze rallentate. Da diversi anni organizza concerti e feste nel sottobosco milanese. In duo, con il nome di Lester Laura, è stato resident per le serate Wan Va in Cox18,
Nessuno (Nobodys Indiscipline Party) e ha curato una serie di podcast per Radio Quartiere durante il primo lockdown del 2020. Nel 2015 ha curato con KLC la colonna sonora del progetto Guruji di Jude Crilly in occasione della Serpentine Gallery Marathon, registrato al Cafe Oto di Londra.
https://www.mixcloud.com/lester_mann/
BUNNY DAKOTA (IT)
Bunny Dakota aka Martina Ruggeri nasce in una vecchia città di fronte al mare, da cui scappa in cerca di guai e esseri simili con cui congiungersi e confondersi. Fonda nel 2005, con Erika Z. Galli, Industria Indipendente, collettivo di arti performative e visive.
Bunny Dakota crea ambienti e paesaggi, dando vita a universi immaginari aperti da abitare insieme, reinventa generi e mescola estetiche, tracciando mondi fittizi fatti di sud, droni, suoni macchinici, elettricità, alte maree, magia nera, beat, sensualità scomposta, commistionati con parola poetica e cinematografica, registrazioni quotidiane e archivi sonori.
Negli anni performa in festival e club e crea con Industria Indipendente gli happening MERENDE_queer oasis e SUPERORGANISMO di cui è dj resident e maîtresse.
https://www.mixcloud.com/martina-ruggeri2/
AMAZON PRIM (BRA/ IT)
Amazon è una DJ brasiliana residente in Italia. La sua esperienza migrante ha influenzato il suo stile musicale, portandola ad esplorare i confini della musica club sperimentale e i ritmi del sud del mondo e della sua diaspora.
Attualmente fa parte di Undicesima Casa, collettivo musicale nato a Bologna e codirige la piattaforma Sayri insieme a Sonia Garcia. Sayri è incentrata sulla ricerca di arti ed esperienze di donne e dissidenze affettive o di genere, amplificando futurabilità indigene e afrodiscendenti del territorio di Abya Yala in ogni direzione artistica e sonora.
https://soundcloud.com/amazonprim…
– ON SALE ALL NIGHT LONG –
NESSUNO CAPPELLINy!
Anna Magni & CO.PIRIGHT DISEGNINI
– POLENTATA DINNER CLUB –
Dalle 18.00 in poi accendiamo i fuochi. Sarà possibile mangiare in cortile. Polenta e Zola il menù. !
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
Nessuno é una pratica di raduno e di festa, dedicata alla performance, alle danze, all’arte visiva e a sperimentazioni discorsive. Nessuno è ospitata a Milano da diverse locations, che abita di volta in volta in collaborazione con vari partners e complici. Nessuno é un formato che aspira alla sospensione temporale, un raduno pubblico per una comunità di persone che nel corso della notte reclama e celebra l’energia dei corpi e la loro diversità, e che posiziona la partecipazione di tutti i corpi al proprio centro. Ha cominciato a moltiplicarsi nel 2018, informato dal processo e dall’apparizione di Nobody’s Indiscipline – una piattaforma internazionale e indipendente, dedicata allo scambio di pratiche nella comunità artistica: https://nobodysbusiness.wordpress.com/
ϟϟ THKSSS FOR DA LOCANDINA/ ERAVAMO A OSTIA (1999).
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
HABLO POR MI DIFERENCIA

Prendiamo corpo | Ripensare l’azione, la politica, l’etica / 06-11-2021

SABATO 06 NOVEMBRE 2021

ORE 10,00

Discussione collettiva che ha lo scopo di aggiornare le riflessioni sul tema, nella complessità crescente dei tempi presenti.
Parteciperanno alla discussione, Simona Bonsignori, Christian Marazzi, Cristina Morini, Tiziana Villani.
Al dibattito farà seguito un momento conviviale, con un pranzo sociale

Continue reading Prendiamo corpo | Ripensare l’azione, la politica, l’etica / 06-11-2021

L’annosa “Questione Russa” / 31-10-2021

DOMENICA 31 OTTOBRE 2021

ORE 16,00

L’annosa “Questione Russa” con Yurii Colombo

Il relatore affronterà il tema a partire dai suoi due ultimi lavori:
URSS, UN’AMBIGUA UTOPIA. Cause e conseguenze del crollo dell’impero sovietico [Massari editore, Bolsena (VT), 2021]
LA SPADA E LO SCUDO. I servizi russi dal KGB a Putin (OG, Torino, 2021)

L’incontro si articolerà in due parti:
– la prima dedicata a un esame del corso storico-politico dell’Unione Sovietica, alla luce dei fatti e dei più recenti e significativi contributi del dibattito sulla “natura sociale dell’URSS”
– la seconda dedicata a un’informazione sulla Russia d’oggi, in particolare sui vent’anni di Putin.
In entrambe le parti il relatore attingerà a una ricca base documentaria in lingua originale e agli ultimi frutti della ricerca a livello internazionale, due termini di confronto di cui in Italia si avverte crudamente la sostanziale assenza.

La giornata si concluderà, dopo un consistente aperitivo, con la proiezione di un film di culto:
IL SOLE PALLIDO DEL DESERTO (1970, sottotitolato in italiano)
uno spaghetti-western (in realtà eastern) ambientato durante la guerra civile russa 1918-1921.

LA (MALA)EDUCAZIONE MILITARE E POLIZIESCA – Violenza, tortura e “managerial science” / 30-10-2021

SABATO 30 OTTOBRE 2021

ORE 17,00

LA (MALA)EDUCAZIONE MILITARE E POLIZIESCA – Violenza, tortura e “managerial science” con Charlie Barnao

Charlie Barnao, professore di Sociologia generale presso l’Università “Magna Græcia” di Catanzaro, in questo incontro-dibattito presenterà i principali risultati di una ricerca etnografica che sta conducendo da diversi anni sull’addestramento militare e di polizia. Da questo lavoro emerge l’esistenza di una chiara correlazione fra il modello addestrativo delle forze armate ed episodi sia di violenza sadica e incontrollata sia di tortura, perpetrati da uomini in divisa formati sulla base di tale modello.

Alcuni dei materiali e dei risultati della ricerca:
– Barnao, Charlie, Il soldato (im)perfetto. Addestramento militare, polizia e tortura, in “Ordines”, n. 2, 2018.
– Barnao, Charlie ‒ Saitta, Pietro, “Pump!” The Construction of Fascist Personalities in the Italian Armed Forces, in “Capitalism Nature Socialism”, 2014, pp. 1-19.
– Barnao, Charlie ‒ Saitta, Pietro, Autoritarismo e costruzione di personalità fasciste nelle forze armate italiane: un’autoetnografia, in “I quaderni del Cirsdig”, 50, 2012, pp. 3-28.

DADA SUTRA + LESTER MANN / 29-10-2021

VENERDI’ 29 OTTOBRE 2021

ORE 18,30

Concerto: DADA SUTRA
Dj Set: Lester Mann

+ Aperitivo a cura di Coox18

 

dada sutra è una band mutante e fluida tra i generi post-punk, musica sperimentale, rock psichedelico e art pop. Si nutre degli archetipi dell’ermafrodita e del mostro, dei graffiti e dei fumetti su visioni distopiche, creando un immaginario particolarissimo, rinforzato da un supporto visivo che fa parte del progetto. Nato a Milano, il progetto è guidato dalla bassista, cantante e artista visiva Caterina Dolci con il tastierista Vincenzo Parisi. dada sutra sta ultimando la registrazione del suo primo EP.

Lester Mann seleziona musica d’ascolto di impronta dub, stranezze disco, psichedelia e ritmi per danze rallentate, da diversi anni organizza concerti e feste nel sottobosco milanese.
In duo, con il nome di Lester Laura, è stato resident per le serate Wan Va in Cox18, Nessuno (Nobodys Indiscipline Party) e ha curato una serie di podcast per Radio Quartiere durante il primo lockdown del 2020.
Nel 2015 ha curato con KLC la colonna sonora del progetto Guruji di Jude Crilly in occasione della Serpentine Gallery Marathon, registrato al Cafe Oto di Londra.

Fuori dalle righe! / 27-10-2021

MERCOLEDI’ 27 OTTOBRE 2021

ORE 19,00

Dopo Carta/Lotta Redacta torna alla libreria Calusca per confrontarsi con alcuni dei protagonisti della produzione e della distribuzione editoriale indipendente degli anni Settanta.
Un’altra editoria è stata possibile, lo sarà ancora?
A seguire: la riunione mensile di Redacta con aggiornamenti, chiacchiere, decisioni sul da farsi.

Redacta (www.actainrete.it/redacta) è la sezione di Acta che riunisce i freelance dell’editoria libraria.
Nei suoi primi due anni ha:
🧨fatto inchieste (https://www.actainrete.it/…/19/editoria-crisi-innovazione/);
🧨raccolto le risposte a quasi tutte le domande di chi vuole diventare un freelance editoriale (https://www.actainrete.it/redacta/faq/);
🧨capito, più o meno, quanto è giusto farsi pagare (https://www.actainrete.it/…/11/quanto-devo-farmi-pagare/);
🧨avviato una corrispondenza epistolare con l’editore del Saggiatore (https://www.actainrete.it/…/risposta-saggiatore…/).
Compatibilmente con le condizioni dell’universo, Redacta fa una riunione al mese.

Il CPR: un posto da chiudere / 24-10-2021

DOMENICA 24 OTTOBRE 2021

ORE 18,00

ore 18:00 aperitivo
ore 19:00 PROIEZIONE di un video-documentario autoprodotto sul CPR di Milano
A seguire:
– La questione del CPR: discussione e aggiornamenti
– Un intervento di Daniele Ratti:
ENI e le missioni internazionali militari tra Mediterraneo e Africa
“Gli interessi dei gruppi energetici internazionali sono i protagonisti dei conflitti e dei nuovi equilibri geopolitici in Africa e nel Mediterraneo. Gli scenari di guerra determinano il controllo e la regolazione dei flussi migratori. I migranti costituiscono una delle principali ricchezze dell’Africa, la merce “umana” è pari al valore dell’oro nero e dell’oro blu.
-Dibattito
A cura dell’assemblea Punto di Rottura – contro i CPR
contatti: puntodirottura@riseup.net

Walking with Damien / 22-10-2021

VENERDI’ 22 OTTOBRE 2021

ORE 19,00

Walking with Damien è una performance d’improvvisazione audio\video ideata da Loredana Antonelli (live visual),  Lady Maru (elettronica). Il live s’ispira all’artista britannico Damien Hirst, il noto esponente della young london artist degli anni ’90 con cui le due
artiste immaginano di fare una passeggiata…

lady maru selezioni elettroniche light

+ Aperitivo a cura di Coox18

Loredana Antonelli – artista multimediale, regista video e performer. 
L’elaborazione e la manipolazione dell’immagine, così come principi di pittura astratta e fenomeni percettivo-sensoriali, sono elementi che ricorrono spesso nella sua produzione artistica. Suoi lavori sono stati esposti alla Biennale di Venezia 56 sezione Musica; Shanghai Expò; CAM; Palazzo Reale di Napoli; Flussi festival; Museo di Tianjin – Cina; Doma (NA); Museo Macro di Roma in collaborazione con IED – Istituto superiore di Design; Museo Madre di Napoli.

Lady Maru – Dj e producer .
Producer di musica elettronica e musicista  punk-no wave. Vive tra Roma e Berlino dove alterna dj set di industrial e acid techno techno a live set di ebm e post punk  ad insonorizzazioni ambient dark.

cox18