Techno: ritmi afrofuturisti

Sabato 13 dicembre 2008
 
 

TECHNO

RITMI AFROFUTURISTI
 

18.30 – Presentazione del libro
Techno: ritmi afrofuturusti (Meltemi 2008)

di Claudia Attimonelli

22.30
Otolab – dj set + light performance
Sound Installation: Massimiliano Nazzi

Fotografie: Mattia Zoppellaro,  Paola Verde

Techno: Ritmi afrofuturisti ripercorre le
origini della musica techno, che affondano nelle
riunioni clandestine fra musicisti jazz della
Parigi occupata dai nazisti durante la seconda
guerra mondiale, e le tappe che ne hanno
favorito la diffusione in tutto il mondo.
La città di Detroit, il movimento filosofico
dell’afrofuturismo nato dalla diaspora
afro-americana e la black science-fiction hanno
contribuito a fornire ai pionieri della techno le
fondamenta sulle quali costruire un solido
apparato critico, elementi che hanno in seguito
reso la techno un fenomeno di portata mondiale,
sfruttando le sue derive filosofiche,
sociologiche e naturalmente di mercato.

A seguire, in serata, alcune declinazioni della
musica elettronica: l’installazione sonora e la
performance di Massimiliano Nazzi, che realizza
progetti visivo-sonori e sculture composte da
vecchi elettrodomestici e altri materiali di
recupero con i quali produce ritmi incessanti e
ripetitivi che rielaborano originalmente la
matrice techno-industrial, seguita dal dj set +
light performance di Otolab. Nello spazio mostre
una doppia personale che racconta la scena rave
attraverso le fotografie di Mattia Zoppellaro e
Paola Verde

COX 18 – Via Conchetta 18 – Milano
02 58105688 / 02 89415976
cox18@inventati.org
http://cox18.noblogs.org

come arrivare in cox:
Linea 3: Meda-Tantardini
Linea 47: Segantini-Belfanti
Linea 59: Liguria-Alzaia Nav.Pavese 
Linee 90-91: Liguria-Alzaia Nav.Pavese 
M2: Romolo (350 m)
In auto: tangenziale ovest uscita V.le Liguria-Assago direzione centro

Leave a Reply